Con l’arrivo di MacOS High Sierra molte cose cambieranno. Per prima cosa, nel Gennaio del 2018, tutti i programmi a 32bit diventeranno incompatibili con gli ultimi sistemi Apple. Non potranno essere avviati in alcun modo.

Per fortuna, High Sierra sarà l’ultimo sistema operativo a supportare i programmi a 32Bit. Conoscendo però come l’Apple evolve velocemente i loro sistemi operativi, questo significa che stiamo già sentendo gli ultimi tocchi di campana per quel tipo di programmazione.

Come mai sta succedendo ciò? L’evoluzione dei tempi richiede sacrifici del genere. La Microsoft è molto più lenta in rispetto, dando ancora la possibilità di supportare programmi a 32bit per buoni motivi (se facciamo caso ne esistono centinaia) ma giustamente negli anni ha finalmente lasciato andare tutti i programmi a 16Bit dell’era Windows 3.11/95 (e in parte 98).

E’ ben conosciuto il vantaggio che ha un programma a 64bit. Per prima cosa, permettono d’usare la piena potenza del processore. Per seconda, non sono limitati a 4Gb di memoria totale (anche se ne esistono pochi di programmi che hanno bisogno di così tanta memoria). Infine, sono più sicuri. E’ un completo upgrade con nulla da perdere.

Per l’Apple questo è molto importante. Si tratta d’un modo molto semplice per aumentare esponenzialmente la velocità dei loro sistemi, anche se ha naturalmente le sue conseguenze. Difatti, tutti i programmi a 32Bit con quest’operazione verranno tagliati fuori per sempre.

E’ un problema per noi? Dipende. Molti dei programmi mainstream (ovvero quelli d’uso più popolare) effettueranno sicuramente un evoluzione al 64bit proprio per non perdere l’utenza. Altri programmi meno conosciuti e che non sono più tenuti sotto cura da un certo tempo non saranno così fortunati.

Come possiamo controllare quali programmi sono a 32Bit? E’ facile: basta premere sull’icona dell’Apple in alto a sinistra. Clicchiamo poi su “Informazioni su questo Mac”.

Il prossimo passo che dovremo fare è cliccare su “Resoconto di sistema”.

Avremo una grande quantità d’informazioni di fronte a noi, ma quel che dobbiamo scegliere è Software, seguito poi da Applicazioni / Programmi. Guardiamo pure il programma che c’interessa maggiormente. Una volta selezionato, verranno visualizzate le sue informazioni in basso. Vi sarà una riga chiamata proprio 64Bit, il quale vi darà conferma se il programma supporta il 64bit.

Vi è anche una colonna con il quale potete vedere velocemente quali programmi supportano il 64bit, così da farvi un’idea di cosa potrete trasportare e cosa no.

SHARE

SCRIVI UN COMMENTO