Il boom l’abbiamo sentito con Windows XP, un po’ meno per Vista: ma prima o poi, tutti i sistemi operativi della Microsoft vengono sepolti. C’è un supporto che va per date precise, il quale raggiunta la fine il sistema operativo non viene più aggiornato e protetto. Si dice che per Windows 10 questa faccenda è molto differente. Come mai?

Prima di tutto, vediamo di distinguere i vari supporti che la Microsoft fornisce.

  • Supporto Mainstream. Durante questo periodo, il sistema operativo riceve aggiornamenti che riguardano non solo la sicurezza generale, ma anche altre funzioni che possono essere incluse durante gli anni. Nuovi browser, accessori, ect…inoltre il supporto tecnico della Microsoft non costa nulla. Questo periodo dura almeno cinque anni.
  • Supporto Extended. Da questo punto in poi, il sistema operativo riceverà solo aggiornamenti relativi alla sicurezza. Nessuna nuova funzione o programmi vengono inclusi. Il supporto della Microsoft è a pagamento. Questo periodo può durare fino a 10 anni, anche se può essere ugualmente ridotto a discrezione della Microsoft.

Naturalmente, ci sono piccole eccezioni per i casi come WannaCry che ha costretto la Microsoft a rilasciare patch d’emergenza per i sistemi operativi esposti dal buco di sicurezza.

In questo momento, Windows 7 è in supporto Extended fino al 2020. Per questo motivo v’invitiamo a dare un’occhiata alla pagina riguardante tutti i cicli vitali dei vari sistemi operativi della Microsoft:

https://support.microsoft.com/it-it/help/13853/windows-lifecycle-fact-sheet

In un certo modo, da qui potrete raccogliere tutti i dati necessari a capire quanto tempo avete a disposizione prima di ritrovarvi “a piedi” con il vostro sistema operativo. Ma passiamo ora all’argomento primario: perché Windows 10 è diverso da tutto ciò?

E’ un po’ difficile da ricordare, ma la cosa è stata quasi resa completamente nota quando Windows 10 è stato offerto come un update gratuito per Windows 7, 8 ed 8.1. Questo sistema operativo è offerto come un Servizio, non come un programma. La cosa è sostanzialmente diversa.

In parole povere? Scorrete la pagina più in basso e ve ne accorgerete subito. Le varie versioni di Windows 10 sono in una lista che riguarda il loro supporto. Ogni aggiornamento di grande entità (Anniversary, Creators, Fall Creators, ect…) viene conteggiato come un sistema operativo nuovo e il supporto circola perciò in una data diversa per ogni release.

Confusi? In un certo senso, ogni aggiornamento di grossa entità cambia drasticamente da un punto all’altro. Ad esempio, molti Netbook con il processore Cherry Trail non potranno usufruire dell’aggiornamento Fall Creators. Come se, appunto, quell’aggiornamento è quasi un sistema operativo nuovo.

Ciò non significa certo che il supporto per Windows 10 sarà davvero indefinito. Ma questo allunga molto di più le date possibili per un singolo sistema operativo, rendendolo potenzialmente eterno.

SCRIVI UN COMMENTO